Filiere sementiere biologiche di popolazioni evolutive di frumento: norma e pratica

Offerta formativa

Rif. Proposta

5116272

Durata

29

Ticket

Descrizione

Il corso è parte del lavoro di formazione proposta nel progetto Filiere sementiere biologiche regolamentate di popolazioni evolutive di frumenti (REG&POP) ed ha lo scopo di formare gli utenti che operano sull’intera filiera produttiva sui requisiti ed i vincoli che è necessario rispettare per operare in conformità alla normativa, nonché secondo sostenibilità fitosanitaria ed economica della filiera sementiera. Il corso inoltre ha l’obiettivo di formare nuovi moltiplicatori della filiera sementiera per le popolazioni evolutive di frumenti. Infatti con la possibilità offerta dal nuovo regolamento per il biologico (Reg UE 2018/848), che favorisce l’uso di materiale eterogeneo, sarà necessario formare gli agricoltori interessati a predisporre la migliore tecnica agronomica e la massima tutela fitosanitaria nel trattare del materiale differente da quello finora ammesso dalla normativa.
Il corso si compone di 6 moduli:
1. Analisi della filiera sementiera attori e ruoli
2. Esperimento della Commissione (decisione del 18 marzo 2014) e norme di etichettatura provvisoria (motivazioni e definizioni, controllo ed etichettatura) per le popolazioni iscritte
3. Il nuovo regolamento biologico e gli atti delegati del 2021
4. La pratica agronomica: regime biodiverso, raccolta, post raccolta e concia del seme
5. La stabilità della popolazione evolutiva e garanzie di qualità
6. Sostenibilità economica e ambientale della filiera sementiera per le popolazioni evolutive

Contenuti

MODULO 1 Ore 5

sovrapporre con i coltivatori di granella, distinguendo parte dei terreni, ma possono anche avere una funzione esclusiva per il comparto sementiero. Si analizzeranno le norme a cui il settore sementiero deve rispondere per garantire tracciabilità, qualità e salubrità dei prodotti lungo la filiera.

MODULO 2 Ore 6

Tutte le popolazioni evolutive attualmente riprodotte partecipano alla sperimentazione iniziata con la Decisione di esecuzione della Commissione del 18 marzo 2014 GU UE L82, 57, 20/3/2014, pp 29-36 e prorogata con la Decisione di Esecuzione 2018/1519 della Commissione del 9 ottobre 2018 fino al 2021. 
Si descriverà l’esperimento della Commissione (decisione del 18 marzo 2014) e sua proroga e relative norme di etichettatura provvisoria, investigando le definizioni e le motivazioni dell’avvio di tale sperimentazione con le ripercussioni sul sistema dei controlli. Si procederà con l’identificazione delle popolazioni evolutive iscritte finora.

MODULO 3 Ore 6

Il Reg.UE 2018/848 introduce alcune novità significative tra cui, indica tra le sementi adatte per il metodo di agricoltura biologica quelle derivanti da materiale eterogeneo. L’Art. 3 definisce il materiale eterogeneo biologico. Il testo che è stato adottato rappresenta il “Basic Act”. Ciò significa che molti dettagli del testo devono ancora essere sviluppati, nei prossimi due anni attraverso altri atti giuridici denominati “atti delegati” e “atti di esecuzione”. Si analizzeranno definizioni e prospettive del nuovo regolamento per il settore biologico e in particolare per le conseguenze lungo la filiera sementiera delle popolazioni evolutive.

MODULO 4 Ore 4

Messa a punto di tecniche innovative per nuovi prodotti sementieri.
Lavorazioni del seme non distruttive e in grado di conservare integra la popolazione, metodi di concia del seme biologico. Tecniche agronomiche: rotazioni, sovesci, lavorazioni.  Etichettatura e Confezionamento. Raccolta, post raccolta e concia del seme in regime biologico e “biodiverso”

MODULO 5 Ore 4

Criteri per l’analisi delle varietà in purezza criteri per l’analisi delle popolazioni. In campo e in laboratorio. La stabilità della popolazione evolutiva e garanzie di qualità. Analisi genetica con marcatori molecolari e analisi sementiera per la tracciabilità della popolazione (Test, analisi di laboratorio). Ruoli istituzionali e privati lungo la filiera.

MODULO 6 Ore 4

Valutazione della sostenibilità economica della filiera sementiera per le popolazioni evolutive. Casi di studio. Attività necessarie alla salubrità della popolazione, produttività in are marginali e resistenza alle malattie o a condizioni climatiche variabili. Articolazione delle filiere sementiere a impronta locale, per il controllo della variabilità genetica delle popolazioni che, a differenza delle varietà standard, è fortemente legata al territorio di riproduzione.
VERIFICHE FINALI TRAMITE SELF O SIMILARI

Durata

Destinatari

Ticket

Richiesta informazioni

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy e cookie policy. Clicca ok per proseguire la navigazione e acconsentire all’uso dei cookie.