Fitodepurazione e riuso delle acque reflue: come applicare il REGOLAMENTO (UE) 2020/741 – Esperienze della Regione Sardegna

Offerta formativa

Rif. Proposta

5292911

Durata

26

Ticket

412,03

Descrizione

In linea con gli obiettivi del GOI 5148775 Fitodepurazione e riuso per la riduzione dei nutrienti e fitofarmaci nelle acque di superficie del reticolo di
bonifica – REpHYT, lo scopo è quello di approfondire gli aspetti legati all’applicazione del REGOLAMENTO (UE) 2020/741 DEL PARLAMENTO
EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 25 maggio 2020 recante prescrizioni minime per il riutilizzo dell’acqua e alle green based solutions. La Sardegna
nord occidentale e l’oristanese, per le proprie caratteristiche geografiche ed olografiche e per via delle opere di bonifica, talvolta molto pervasive, offrono
un ambiente che raccoglie in se diversi schemi ecologici. Le opere compiute dai consorzi di bonifica ospitanti e l’agricoltura di precisione attuata da
prestigiose realtà vitivinicole ed estensive, alcune delle quali di proprietà emiliano romagnola, daranno ai partecipanti modo di verificare la validità ed i
risultati di soluzioni applicate recentemente nel tentativo di risolvere problematiche legate all’agricoltura che anche l’Emilia Romagna si troverà presto ad
affrontare. Infatti, sono costanti gli interscambi di ANBI Sardegna e ANBI Emilia Romagna al fine di maturare soluzioni innovative ed efficaci.

Contenuti

INCONTRO DI PRESENTAZIONE Ore 3

Incontro preparatorio. Prima del viaggio studio è previsto un incontro della durata di 2 ore, in cui verranno descritte le finalità e gli obiettivi del viaggio formativo, illustrate le principali realtà che si incontreranno, descritti i materiali e i documenti indispensabili in viaggio, le aspettative, le informazioni sulla Regione che si andrà a visitare. L’incontro preparatorio fornirà quindi l’occasione per conoscersi e chiarire gli eventuali dubbi sull’organizzazione e l’ itinerario. Al fine di soddisfare una valutazione “per differenziale” verrà somministrata, in forma cartacea, una prova in ingresso corrispondente al database allegato in proposta.

TRASFERIMENTO IN SARDEGNA  

trasferimento Bologna – Sardegna

PRIMO GIORNO Ore 4

Visite presso Riso I Ferrari Oristano: Lo scopo della prima visita è quello di confrontarsi con agricoltori evoluti sullo stato dell’arte relativo all’applicazione dell’agricoltura di precisione ed alle esigenze che scaturiscono da questa pratica virtuosa, soprattutto in relazione alle disponibilità idriche.

PRIMO GIORNO Ore 4

Visite presso Nuovo Consorzio Cooperative Pontis Cabras: Lo scopo della visita è quello di confrontarsi con gli itticoltori di Cabras, che producono la bottarga di muggine, eccellenza italiana rinomata in tutto il mondo. La qualità dell’acqua ha una forte influenza sulla fisiologia del muggine e la gestione idraulica dei territori di bonifica rappresenta un presupposto fondamentale per sostenere la produzione e la popolazione locale.
Salubrità delle acque, salinità e pressioni antropiche sono le sfide quotidiane sulle quali si sono basate le soluzioni applicate che verranno mostrate ai discenti.
http://www.consorziopontis.net/il-muggine-cefalo-stagno-di-cabras/ Saranno illustrati il quadro normativo e la gerarchia delle fonti che regolano le funzioni idriche in Italia ed in Europa. Sarà l’occasione per chiarire quali siano le interazioni tra le DG europee, le strutture legislative italiane e coloro che sono chiamati ad attuare le norme ed ad attenersi loro.

SECONDO GIORNO Ore 4

Riuso delle acque in Italia e Reg.UE 2020/741: Illustrazione dell’impianto di fitodepurazione del depuratore civile di Alghero. La visita prevede l’illustrazione da parte del consorzio di bonifica locale. Saranno in particolare illustrate e descritte delle fasi di progettazioni, delle problematiche normative affrontate e della coerenza col Reg.UE 2020/741.

SECONDO GIORNO Ore 4

I discenti, seguendo letteralmente il percorso delle acque di scarico fitodepurate, giungeranno nei vigneti dell’ azienda vitivinicola Sella e Mosca, dove queste acque, appositamente miscelate con altre, vengono usate per l’irrigazione. “Come si sposa l’esigenza di produrre vino di qualità con l’utilizzo di acque reflue” sarà la domanda a cui cercheremo di rispondere insieme ai tecnici e ai proprietari della prestigiosa cantina. Un esempio da riportare in Emilia-Romagna.
Sarà anche l’occasione per illustrare le strategie adottate dall’intera filiera irrrigua, a partire dal consorzio di bonifica e fino al cliente finale, col fine di individuare i benefici territoriali derivati dal riuso delle acque reflue ed anche le eventuali esternalità positive. Degustazione dei vini prodotti con l’utilizzo delle acque reflue riutilizzate a scopi irrigui, attraverso il percorso “Vigneti e Cantine”. https://www.sellaemosca.com/site/it/la_cantina/

TERZO GIORNO Ore 4

Guidati da ANBI, Associazione Nazionale Consorzi di gestione e tutela del territorio e acque irrigue, i discenti parteciperanno ad un tavolo di confronto che coinvolgerà le istituzioni regionali sarde ed emiliano
romagnole e le rispettive ANBI regionali. Nell’occasione verranno illustrate le azioni messe in atto nelle diverse realtà ed i risultati ottenuti, per poterne valutare la trasferibilità e l’attuazione negli
specifici territori. Il confronto sarà uno strumento efficace per favorire la nuova programmazione, anche in funzioni dei fondi europei di cui è previsto l’arrivo in Italia. Sarà anche l’occasione per illustrare le strategie adottate dall’intera filiera irrigua, a partire dal consorzio di bonifica e fino all’utilizzatore, con l’obiettivo di valorizzare i benefici ambientali, territoriali ed economici che l’azione dei consorzi di bonifica virtuosi produce sul comprensorio interessato dalle attività
degli stessi.
TRASFERIMENTO PER RIENTRO A BOLOGNA

INCONTRO FINALE Ore 3

Incontro post viaggio. É fondamentale che l’esperienza effettuata durante il viaggio studio sia trasferita nel proprio ambito lavorativo e diventi quindi formazione-azione. Per questo motivo durante questo incontro, saranno assegnate ai partecipanti specifiche consegne, quali la somministrazione della verifica finale dell’apprendimento ed il “questionario di gradimento”. Questo materiale sarà il punto di partenza per il lavoro nella sessione dedicata al follow up che sarà pertanto finalizzata: 1) verificare la comprensione e l’integrazione dei messaggi ricevuti durante il viaggio studio; 2) effettuare approfondimenti qualora si rendessero necessari.
VERIFICHE FINALI

Durata

26

Destinatari

Imprenditori agricoli, dipendenti e coadiuvanti di aziende iscritte all’anagrafe delle aziende agricole dell’Emilia Romagna

Ticket

412,03

Richiesta informazioni

Sito in aggiornamento.
Ci scusiamo per eventuali disagi.

Per informazioni e iscrizioni vi chiediamo la gentilezza di rivolgervi alle sedi di riferimento.

Grazie della comprensione.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy e cookie policy. Clicca ok per proseguire la navigazione e acconsentire all’uso dei cookie.