MODELLI DI AGRICOLTURA SOCIALE A CONFRONTO EMILIA - ALTO LAZIO

Offerta formativa

Rif. Proposta

5028907

Durata

Ticket

199,29

Descrizione

Il tema dell’agricoltura sociale, all’interno delle opzioni multifunzionali dell’azienda agricola costituisce un centro di interesse particolarmente diffuso presso gli agricoltori emiliano romagnoli. L’agricoltura a cui facciamo riferimento è un’agricoltura che non si limita soltanto alla produzione di materie prime, ma che si pone obiettivi e funzioni sociali e vuole disegnare nuovi servizi alla comunità.

Contenuti

 Il tema dell’agricoltura sociale, all’interno delle opzioni multifunzionali dell’azienda agricola costituisce un centro di interesse
particolarmente diffuso presso gli agricoltori emiliano romagnoli. L’agricoltura a cui facciamo riferimento è un’agricoltura che non si limita
soltanto alla produzione di materie prime, ma che si pone obiettivi e funzioni sociali e vuole disegnare nuovi servizi alla comunità.
Secondo quest’ottica l’agricoltura promuove un’economia sociale, sostenibile e solidale, in quanto fonda le proprie basi sulle ricchezze del
territorio per costruire comunità accoglienti e solidali, diventando così uno strumento su cui investire e con cui potenziare anche gli altri
settori.In questo modo sono connesse all’agricoltura sociale attività socio-riabilitative, percorsi formativi e di inserimento socio lavorativo,
attività educative e didattiche, iniziative di animazione territoriale, promozione del consumo responsabile, tutela del patrimonio
paesaggistico-ambientale. A tal proposito, la mancanza al momento, di corsi strettamente professionalizzanti sulle tematiche di cui sopra,
quali ad esempio il corso di operatore agrituristico e operatore di fattoria didiattica, induce il nostro ente a ricercare risposte adeguate, in
terimini di buone pratiche per gli imprenditori che intendano misurarsi con tale nuova tipologia di servizio. Proprio per questo, si ipotizza
la predisposizione di un’offerta formativa basata solo in parte su un impianto teorico, relativo alla normativa viggente e, per molta parte
rivolto alla osservazione ed analisi di casi di eccellenza attualmente esistenti ed operanti in altre realtà regionali. La scelta di pregettare un
percorso formativo “in situazione” è ricaduta sulla provincia di Viterbo, dopo un’attenta considerazione di quanto a noi noto
sull’elaborazione del tema, in sede accademica e sulle tipologie di servizio presenti nelle aziende della zona. Di qui la scelta di prendere
contatto con il Prof. Saverio Senni, antesiniano delle pratiche di agricoltura sociale sul piano dell’economia agricola italiana ed europea
attualmente docente presso l’Università della Tuscia e la richiesta di colaborazione all’esperta Dr.ssa Francesca Durastanti per quanto
attinene all’individuazione dei servizi di agricoltura sociale di maggiore attendibilità tecnico scientifica d’impatto rispetto ai bisogni di
welfare innovativo richiesti in ambito locale dalle pubbliche amministrazioni, aziende sanitari, cooperazione sociale. Da qui la scelta
dell’aziende portatrici di buone prassi che saranno oggetto delle nostre visite di osservazione/ studio/ approfondimento (vedi moduli) in
quanto poteziali modelli di eccellenza anche in altre realtà aziendali.
Metodologia didattica: il percorso formativo prevede:lezioni frontali che si basano sulla trasmissione di concetti informazioni e schemi
interpretativi per acquisisre conoscenze teoriche. la didattica attiva consentirà di favorire il confronto tra realtà e modelli aziendali
differnti. Sarà possibile apprendere in modo attivo ed in contesti non formali soluzioni innovative attraverso relazioni e lo scambio di know
how.

Durata

Destinatari

Imprenditori agricoli, dipendenti e coadiuvanti di aziende iscritte all’anagrafe delle aziende agricole dell’Emilia Romagna

Ticket

199,29

Richiesta informazioni