Tutela e gestione innovativa dei prati pascoli entro zone vulnerabili per l'adattamento colturale ai cambiamenti climatici e guida della successione ecologica.

Offerta formativa

Rif. Proposta

5151066

Durata

29

Ticket

71,80

Descrizione

L’obiettivo del corso consiste nel fornire le conoscenze di base sulla normativa, la tutela, la gestione e sul razionale impiego delle produzioni dei prati-pascoli nel contesto delle aziende zootecniche che allevano specie ruminanti. L’obiettivo generale del corso è quello di descrivere l’importanza dei pascoli e dei prati-pascoli nell’ottica dello sviluppo sostenibile e in attuazione della Direttiva Habitat (92/43/CEE). Saranno valutati gli aspetti economico-gestionali: tecniche di pascolamento, produzione di foraggi ed erba e loro impiego nelle diete degli ovicaprini e dei bovini. Saranno valutati gli aspetti ‘sociali, ecologici ed ambientali’: normative, tutela, servizi ecosistemici ed esternalità positive fornite soprattutto dai pascoli in aree protette/Rete Natura 2000 e/o esposte a criticità di natura ambientale. Saranno inoltre forniti elementi generali di foraggicoltura e di gestione dei sistemi foraggeri; saranno effettuate specifiche sessioni sull’analisi visiva dei foraggi e sulle tecniche di campionamento ed in generale sulla gestione agrotecnica delle specie foraggere con attitudine alla consociazione nei prati-pascoli.

Contenuti

MODULO 1: l’agricoltura nei Siti della Rete natura 2000, vincoli ed opportunità Ore 4

•    Rete Natura 2000 e relazioni con altre istituzioni di tutela;
•    Norme comunitarie, nazionali e regionali, ZSC e ZPS connessioni con le operazioni agricole;
•    Normativa sulla tutela della natura ed il paesaggio: piani e regolamenti dei parchi, il regolamento forestale regionale, vincolo idro-geologico; tutela delle acque superficiali e sotterranee;
•    Competenze gestionali e di controllo sui Siti della Rete Natura 2000 in Emilia Romagna;
•    Misure di sostegno all’agricoltura nelle zone di vincolo ambientale e paesaggistico: le misure specificamente dedicate; il vantaggio nei punteggi; le indennità ecc.

MODULO 2 : i prati-pascoli: normativa, tutela, gestione e utilizzo delle produzioni Ore 4

•    Normativa comunitaria e nazionale sui prati permanenti, circolare Agea (Protocollo n. 35573 del 24 Aprile 2018) sulla riforma della Politica Agricola Comune – autorizzazione alla conversione dei prati permanenti; 
•    Ecologia dei soprassuoli erbacei permanenti: strumenti di tutela; 
•    La gestione dei prati-pascoli in ambiente collinare e montano, i prati-pascoli negli ambienti di pianura e nelle aree con criticità ambientali;
•    Le tecniche di pascolamento e l’utilizzo del pascolo delle differenti specie ruminanti;
•    analisi di casi di gestione del prato-pascolo con bovini ed ovi-caprini

MODULO 3 : le produzione dei prati-pascoli in ambiente collinare/montano ed in pianura nell’ottica dello sviluppo sostenibile Ore 4

•    Il prato pascolo: convenienza ed opportunità per l’azienda (focus produzioni e qualità) ;
•    Il prato pascolo: benefici per l’ambiente (focus acqua e sostanza organica);
•    Il prato pascolo: buone pratiche di pascolamento per favorire la conservazione degli habitat e il mantinemento della biodiversità.
•    La foraggicoltura: cenni sulla storia e l’evoluzione della produzione e conservazione dei foraggi in montagna ed in pianura;
•    Importanza dei foraggi nell’alimentazione dei ruminanti;
•    Principali specie foraggere, tipologie colturali e loro diffusione;
•    Morfologia e fisiologia delle graminacee foraggere: morfologia epigea e ipogea delle graminacee; 
•    Morfologia e fisiologia delle leguminose foraggere: morfologia epigea e ipogea delle leguminose. 
•    Fase vegetativa, accestimento e sviluppo della coltura nello stadio vegetativo. Passaggio dalla fase vegetativa alla riproduttiva e modificazioni dell’apice meristematico. Influenza del momento di taglio sul ricaccio

MODULO 4 : Agrotecnica delle colture foraggere e della gestione del pascolo Ore 8

•    Preparazione del terreno;
•    Epoca e modalità di semina;
•    concimazioni organiche
•    Gestione del pascolo e tecniche di pascolamento;
•    La minima lavorazione del terreno;
•    La semina su sodo delle specie foraggere

MODULO 5 : Campionamento, valore nutritivo ed analisi dei foraggi e dell’erba del pascolo Ore 4

•    L’utilizzo dei foraggi e dell’erba nel razionamento dei ruminanti;
•    Stima dell’ingestione di sostanza secca degli animali al pascolo;
•    La valutazione visiva del valore pabulare del pascolo, tecniche di monitoraggio e campionamento;
•    La valutazione visiva dei foraggi e le tecniche di campionamento;
•    Valore nutritivo dei foraggi e delle erbe dei pascoli: i metodi per la valutazione della qualità dei foraggi

MODULO 6: Analisi di casi  ovi-caprina estensiva legata all’utilizzo del pascolo Ore 5

•    Gestione del pascolo, tecniche di pascolamento e miglioramento dei soprassuoli erbacei. Riconoscimento delle specie floristiche, la scelta dei miscugli foraggeri in montagna 
verifiche finali

Durata

29

Destinatari

Imprenditori agricoli, dipendenti e coadiuvanti di aziende iscritte all’anagrafe delle aziende agricole dell’Emilia Romagna

Ticket

71,80

Richiesta informazioni