UN APPROCCIO A BASSO IMPATTO PER CURARE LA MALATTIA DEL LEGNO : LA DENDROCHIRURGIA

20 disponibili

DINAMICA FORLì
28-03-2022
24

Rif. Proposta

5103584

Sede organizzativa

Dinamica Soc. Cons. a r.l. – Forlì-Cesena

Durata

24

Descrizione

Programma

Il percorso formativo si propone di diffondere e fare apprendere una nuova tecnica a basso impatto finalizzata alla cura della malattia del legno. In questo ultimo decennio il deperimento dei vigneti della nostra zona è stato documentato in numerose pubblicazioni e sono state messe in relazione a due principali cause di deperimento:
– tecniche di potatura non rispettose del flusso linfatico;
– la presenza nella pianta di un complesso di patogeni responsabili della malattia del legno.
Solitamente la gestione delle piante sintomatiche avviene mettendo in atto diverse pratiche, come per esempio; la disinfezionene delgi attrezzi di potatura, la copertura con diversi mastici delle ferite di potatura, diversi tipi di trattamenti (tricoderma)ecc… ricerche hanno evidenziato che dopo 4 o 5 anni l’individuo trattato muore e come estrema ratio rimane l’estirpo della pianta. La tecnica della dendrochirurgia si propone come intervento alternativo 
inquanto va ad agire sulla pianta senza l’utilizzo di prodotti fitosanitari senza quindi impattare sull’ambiente e sulle persone. Questa tecnica innovativa e completamente a basso impatto si chiama Dendrochiruriga. Essa consiste nell’intervenire sulla pianta malata togliendo la parte intaccata dalla malattia e preservando invece quella sana e garantendo il rispetto del flusso linfatico. Si può paragonare la dendrochirurgia al lavoro che il dentista fa per curare la carie: si utilizzano delle piccole motoseghe, si apre il tronco della pianta e si asporta la parte intaccata dalla malattia. La pianta così ripulita della malattia riacquista vigore, riprende a fruttificare e torna pienamente produttiva. Questa tecnica a basso impatto permette quindi di curare la vite senza impattare l’ambiente ed evitare il deperimento del patrimonio viticolo, e garantisce la longevità e il benessere della pianta.
Durante il percorso formativo il partecipante acquisirà le competenze e le consoscenze per riconoscere la malattia del legno e agire su di essa con una tecnica innovativa completamente a basso impatto ambientale.
Il percorso prevede una parte di lezione in aula dove verranno illustrate le avversità del legno, come riconoscerle e come si manifestano nei diversi periodo dell’anno, il periodo di latenza, la tecnica della dendrochirurgia, come metterla in pratica, i risultati attesi e le ricerche effettuate negli ultimi anni, seguirà una parte di esercitazione pratica in campo dove il partecipante potrà “vedere dal vivo” e testare il riconoscimento delle piante infette, imparara a quantificarne il danno e cercarlo di limitare con operazioni manuali accurate a basso impatto. La finalità ultima è quella di dare al partecipante degli strumenti utili di lavoro che gli permettano di agire con una nuova sensibilità ambientale, nel rispetto completo dell’ambiente e della pianta, e che gli permetta anche di preservare il proprio patrimonio vitivinicolo.
Il percorso formativo avrà una durata di 24 ore di cui 4 ore di aula e 20 di esercitazioni in campo.

A chi è rivolto il corso

Imprenditori o dipendenti o coadiuvanti di Imprese Agricole iscritte all’Anagrafe della Regione Emilia Romagna

Attestato rilasciato

Al partecipante verrà rilasciato attestato di frequenza a seguito del raggiungimento della percentuale del 70%.

Quota di iscrizione

Gratuito

Note

TERMINE ULTIMO DI ISCRIZIONI 15 Febbraio 2022

Referente - Richiesta informazioni

Roberta Mambelli –
Email: FC@dinamica-fp.it –
Tel:0543/724670