FORMAZIONE PROFESSIONALE E ANALISI ECONOMICHE NELL'AGROALIMENTARE

logoER W

TARTUFICOLTURA: OPPORTUNITÀ DI DIVERSIFICAZIONE PER L'AZIENDA AGRICOLA

Rif. proposta

5105180

Descrizione

La tartuficoltura ha compiuto negli ultimi anni incredibili progressi, grazie a studi ed esperienze effettuate da tecnici, vivaisti, tartuficoltori ed esperti ricercatori. Coltivare tartufi ora è possibile con sempre maggiore certezza di successo, a patto che si abbia a disposizione il terreno adatto e che, si abbiano le conoscenze adatte. In Italia i tartufi immessi in commercio provengono in buona parte da tartufaie coltivate, poiché quelle naturali, essendo molto sfruttate, sono in declino produttivo. L'Italia per prima, ma anche la Francia e la Spagna, sono i Paesi al mondo più vocati alla produzione dei tartufi, e sicuramente le esperienze di coltivazione pluridecennali già acquistate le rendono vantaggio nella competizione di alcuni Paesi europei che cominciano ora a mostrare un certo interesse verso questa coltivazione. La proposta formativa ha 'obiettivo di formare i partecipanti sulle tecniche di coltivazione del tartufo e la possibilità di fare reddito in un'ottica di diversificazione dell'attività agricola. Il corso si propone di far conoscere l'ABC sulla coltivazione del tartufo per dare al partecipante gli strumenti per valutare se investire o meno in questo tipo di coltivazione.

Sede di svolgimento

FORLì-CESENA

Durata e periodo di svolgimento

16 ore - 10 e 17 dicembre 2020 DALLE 09:00 ALLE 18:00

Ticket

39.62€

Destinatari

Imprenditori agricoli, dipendenti e coadiuvanti di aziende iscritte all'anagrafe delle aziende agricole dell'Emilia Romagna - MAX 20

Attestato rilasciato

FREQUENZA

Contenuti (clicca qui per espandere)

MODULO 1 Ore 12
cos'è un tartufo e quali sono le strategie di sopravvivenza;
Basi sistematiche dei tartufi e riconoscimenti macroscopico delle specie commercializzabili in Italia,
La storia: la prima tartufaia coltivata documentata (1920)
 cenni sulla biologia ed ecologia dei tartufi;
Le piante ospiti ed il rapporto di simbiosi Micorizia; le piante micorrizzate certificate;
Importanza del terreno e caratteristiche idonee allo sviluppo della pianta ospite e del tartufo;
importanza e caratteristiche dell'analisi del terreno mirata alla tartuficoltura
perchè coltivare il tartufo: analisi del business plan legislazione e burocrazia;
la tartuficoltura attuale: alberi singoli, giardini, boschetti, siepi, impianti estensivi ed intensivi.
come progettare una tartufaia: i fattori che portano alla scelta del sito, delle piante ospiti, delle specie di tartufo da introdurre, dei sesti d'impianto dell'orientamento.
la zona climatica, caratteristiche fisiche e chimiche del terreno, giacitura, esposizione, tipo di conduzione
le operazioni colturali pre impianto, in fase di allevamento, in fase di produzione, in fase di invecchiamento
la raccolta e la commercializzazione.
 
MODULO 2 Ore 4
Lezione sul campo in una tartufaia avviata della zona: Il terreno, la coltivazione e la raccolta.
 

Referente

ROBERTA MAMBELLI - Email: FC@dinamica-fp.it - Tel: 0543724670

Note

TERMINE ULTIMO DI ISCRIZIONI 30 novembre 2020

Info & iscrizioni online

Il CUAA è il codice univoco utilizzato per le domande della PAC. Nel caso non lo conosca inserisca la Partita IVA o il codice fiscale dell'azienda

Per poterla contattare deve fornirci almeno uno dei due numeri sopra.

Importante controllare la correttezza delle mail perché diverse successive comunicazioni sul corso potranno avvenire per e-mail


NEL CASO LEI NON ABBIA MAI PARTECIPATO A CORSI DI DINAMICA LA PREGHIAMO DI COMPILARCI I DATI CHE SEGUONO

DINAMICA

SEDE REGIONALE
Presidenza, direzione, amministrazione
Via Bigari, 3 40128 Bologna (BO)
Tel. 051/360747 - Fax 051/6311800

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Formazione regionale Tel. 051/495845

P.IVA: 04237330370 - Num. REA: 361210
Codice destinatario: ZGR1Y86